GeoOrbital

L’idea che ha sbaragliato i progetti concorrenti su Kickstarter si chiama così: GeoOrbital.

In cosa consiste?

“Trasforma la tua bici tradizionale in una bici elettrica in 60 secondi”, questo è il claim della startup.

In pratica sostituendo la tua ruota davanti con la loro, la tua bici non sarà mai più la stessa e cambierà pelle! In meglio ovviamente!

GeoOrbital: qualunque bici può essere una bicicletta elettrica

I ragazzi che l’hanno inventata hanno scelto di usare la ruota davanti per una serie di motivi:

  • Facilità di installazione, in un minuto la ruota davanti può essere sostituita
  • Facilità di sostituzione. Passi dalla ruota standard alla geoOrbital in un attimo.
  • Compatibilità. Funziona con la maggior parte delle biciclette e non ha problemi di componenti di trasmissione (catena, rapporti del cambio ecc.)
  • Funzionalità. Entrambi i sistemi di guida si possono usare contemporaneamente. Puoi pedalare mentre la ruota davanti ti agevola.

La ruota elettrica è compatibile con qualunque tipo di freno a Leva e per il momento non c’è compatibilità con i freni a disco.

Quindi da quanto già scritto l’idea è ottima e anche di facile fruizione. Semplice da istallare ti porta dove vuoi senza sforzo ma ti permette volendo di pedalare. In tal caso avrà la funzione della pedalata assistita. Questo è ottimo non solo per chi voglia comunque fare esercizio ma diventa fondamentale se il percorso da fare è lungo e la batteria della GeoOrbital ci abbandona perchè esaurita.

A questo proposito in dotazione esistono delle batterie aggiuntive che sono facilmente sostituibili se abbiamo bisogno di percorrere molta strada.

La ruota è dotata di lucchetto di sicurezza per evitarene il furto. Se non siete convinti o la zona non vi pare sicura…nessun problema. Data la facilità di rimozione della ruota potete portarla via con voi!

Compatibilità

La Geo Orbital si adatta perfettamente a migliaia di bici da adulto, siano esse da strada, mountain bike, tricicli da adulto, bici pieghevoli o monopattini.

Quasi la totalità delle bici senza freni a disco.

I modelli si differenziano per dimensione della ruota: 26,28,29 pollici.

E se si buca al gomma?

La domanda è legittima. La GeoOrbital non ha la camera d’aria classica quindi la gomma non si rompe. All’interno è piena di schiuma solida! I costruttori garantiscono una durata minima che va dai 7500 ai 15ooo km. Anche in caso di logorio nessn problema perchè la gomma è sostituibile. La tecnologia utilizzata è stata testata e studiata per anni e garantisce che non ci siano perdite di performance della bici rispetto ad una gomma gonfiata ad aria.

Tutti i componenti sono resistenti all’acqua, alla neve, al fango o all’erba! Guardare per credere.

GeoOrbital: come funziona

E’ costituita da due parti distinte: la ruota naturalmente e un comando per l’accensione, facilmente agganciabile al manubrio della bici.

In dotazione naturalmente hai un caricatore per la batteria. La carica dura circa 3-4 ore.

Una volta installata la ruota permette di raggiungere i 30 km/h e ha un’autonomia variabile a seconda della grandezza della ruota:

  • Per quella da 28 e 29 pollici l’autonomia va dai 30 agli 80 km
  • Per quella da 26 pollici si ferma a 50 km.

La ruota elettrica è spinta da un motore da 500W e la batteria è da 36V.

La cosa interessante è che la batteria ha un attacco usb. Puoi caricare il cellulare mentre vai in bici! Non male davvero.

Quanto costa

Qui c’è la nota dolente. Su kickstarter si comprava a circa 500 dollari. Ora sul sito (qui) il prezzo è circa 1000$. Non certo a buon mercato ma non un prezzo elevato se lo confrontiamo con i prezzi di una bici elettrica.

 

5 Total Score

User Rating: 3.5 (2 votes)

Lascia un tuo commento

Leave a reply

Compare items
  • Total (0)
Compare
0